Caldo: +20% pronto soccorso, no vittime

Netto incremento degli accessi a Pronto soccorso in Veneto nella prima settimana di agosto, con picchi del 18-20% in più nell'Ulss costiera del Veneto Orientale e del 19% nell'Ulss 6 Euganea di Padova. Una prima ricognizione effettuata dal Centro regionale per l'Emergenza e l'urgenza della sanità veneta nelle settimane più calde dell'estate 2018 evidenzia un aumento degli accessi per sintomi e patologie che appaiono correlate al gran caldo e all'afa di questi giorni, con problemi per le persone più fragili, anziani, malati cronici e bambini. "Non risultano comunque decessi, al momento, per colpi di calore", precisa Gianna Vettore, responsabile del coordinamento regionale dei Pronto Soccorso e dei servizi di emergenza (Creu). Due sono i ricoveri per ipertermia rilevati al pronto soccorso di Verona, lavoratori all'aperto, vittime del classico colpo di calore. Tra gli effetti collaterali registrati vi è anche l'aumento di broncopolmoniti, a causa degli sbalzi improvvisi di temperatura tra ambienti. Sino a metà settembre è attivo in Veneto il numero verde 800 462 340 per l'emergenza caldo, realizzato dalla Regione con la collaborazione del Servizio Telesoccorso e Telecontrollo, e il servizio di reperibilità al numero verde 800 990 009 per la segnalazione di eventuali emergenze di competenza della Sezione Protezione Civile. (ANSA).

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Giornale di Vicenza
  2. Il Giornale di Vicenza
  3. Vicenza Today
  4. Il Giornale di Vicenza
  5. Oggi Treviso

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Riese Pio x

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...